Buon lunedì, prodi seguaci!🌚

Dal 28 ottobre è finalmente possibile prendere in prestito su MLOL ebook protetti con da Readium LCP invece che dall’infame DRM Adobe (vi rimando alle puntate precedenti per maggiori informazioni, qui e qui), mentre su MLOL Plus dovremo attendere fino al 29 novembre. Come vi avevo preannuciato, mi sono fiondata sulla nuova app MLOL e sul mio tolino per provare la novità.

Com’è mi è sembrata? Posto che fare peggio del DRM Adobe era impossibile, la riposta breve è: una meraviglia. Mi viene da piangere all’idea di leggere i libri che ho già comprato con il DRM Adobe, vi prego fate qualcosa al riguardo!

Come si presenta MLOL Ebook Reader da pc Windows

L’app MLOL Ebook Reader (che ho provato per tablet/smartphone Android e pc Windows) è graficamente molto simile alla vecchia MLOL Reader, quindi, se già abituatз ad usarla, non avrete alcuna difficoltà. Basta inserire le proprie credenziali per iniziare a spulciare il catalogo e prendere in prestito gli ebook che volete.

Da tolino (o da qualunque ereader supporti Readium LCP), invece, prima di poter leggere l’ebook preso in prestito sarà necessario inserire la vostra passphrase, che MLOL vi ricorderà a ogni prestito, ma che dovrà essere inserita solo la prima volta (si aprirà semplicemente una finestra dove digitare la passphrase e dare okay), poi sarete liberз di leggere in tutta comodità. Finora ho preso in prestito solo due libri, ma in entrambi i casi la registrazione del prestito e il download dell’ebook sono stati fluidi e immediati, mentre con il DRM Adobe spesso devo ripetere il download perché alla prima mi dà errore – va’ a sapere perché, visto che il dispositivo risulta correttamente autorizzato a leggere contenuti protetti da DRM Adobe.

Come si presenta MLOL Ebook Reader da smartphone Android

Per leggere il vostro libro da app Windows si aprirà una nuova finestra – una cosa che forse non mi piace tanto – e nella barra in basso che segnala il progredire nella lettura non viene riportata né la percentuale né il numero di pagine già letto sul totale – una cosa che decisamente non mi piace. Ho visto che cliccando su Più informazioni viene dato il numero delle sezioni in cui è diviso l’ebook (che, se fatto bene, corrispondono all’incirca ai capitoli) e la percentuale letta della sezione in corso di lettura, ma non lo trovo particolarmente utile. In compenso dalla barra menu in alto è possibile personalizzare la propria esperienza di lettura in una maniera che con Adobe Digital Editions ci sognavamo.

Menu MLOL Ebook Reader da pc

L’app Android è pressoché identica a MLOL Reader, ma girare le pagine è diventato infinitamente più semplice e comodo. Finalmente si gira pagina con un semplice tocco, mentre prima era meglio fare il gesto – da destra a sinistra – di girare la pagina, altrimenti sarebbe comparso il menù come se aveste toccato il centro della pagina. Una roba che ti faceva proprio salire i peggiori istinti omicidi.

Per quanto riguarda la lettura da tolino, non ho trovato grosse differenze rispetto a prima, se non un maggiore ritardo al cambio di capitolo. Non l’ho trovata una cosa fastidiosa – giusto il tempo di pensare, Nuovo capitolo, e il nuovo capitolo era lì.

Ma il miglioramento più macroscopico, per quanto mi riguarda, è quello che interessa le note. Con il DRM Adobe era quasi impossibile aprire le note: per quanto tu cercassi di trasformare il tuo indice in un mirino di precisione, o giravi la pagina o facevi comparire il menu. Leggere la saggistica era un incubo. Non potete immaginare la soddisfazione da amante della saggistica quando grazie a Readium LCP ho premuto sulla nota e quella si è aperta. Un altro tocco ed ero tornata al testo. Le piccole gioie della vita.

Quindi per quanto mi riguarda MLOL Ebook Reader e Readium LCP sono promossi e spero che riusciremo a sbarazzarci del DRM Adobe quanto prima (Kobo, mi raccomando, unisciti presto alla festa!).

Voi che mi raccontate? Avete provato la nuova app e Readium LCP? Come vi siete trovatз? Fatemi sapere nei commenti!

A presto!🐁