Buon lunedì, prodi seguaci! ^^

Il viaggio settimanale nell’asessualità per celebrare l’Asexual Awareness Week continua e oggi vi scrivo di attrazioni.

Per attrazione in ambito asessuale si intende quella forza emotiva o mentale che porta le persone ad avvicinarsi. Ce ne sono quattro tipi: sessuale, romantica, sensuale ed estetica.

Attrazione sessuale

L’attrazione sessuale è la risposta emotiva che le persone sessuali provano come risultato del desiderio di avere attività sessuali con l’oggetto (o gli oggetti) del loro interesse. È un’attrazione che può dipendere da molte qualità: aspetto fisico, odore, movenze, stile, e così via.

Tra tutte queste qualità, quelle immediatamente percepibili (come l’aspetto fisico) possono risvegliare l’attrazione sessuale primaria, mentre quelle che necessitano un qualche livello di conoscenza reciproca (come il carattere personale) possono far nascere un’attrazione sessuale secondaria. Tipicamente, le persone demisessuali non provano attrazione sessuale primaria, ma secondaria.

All’interno della comunità, per indicare che qualcun@ (per esempio, la persona demisessuale di cui sopra) prova attrazione sessuale userà la parola smush. Trovandosi, infatti, nella necessità di indicare sentimenti diversi in base ai diversi tipi di attrazione provata, sono state create parole (inglesi) ad hoc. Le si trovano anche in italiano, quindi ve le riporterò per ogni tipo di attrazione (potrete trovare scritto cose come “Ho una smush per quella persona”/”Per chi hai una smush?”).

Attrazione romantica

L’attrazione romantica è la risposta emotiva che molte persone provano come risultato del desiderio di formare una relazione romantica con la persona (o le persone) verso la quale prova questo interesse.

Distinguere tra attrazione sessuale e romantica si è reso necessario perché l’asessualità è la mancanza di attrazione nei confronti di qualunque genere, ma una cospicua parte di asessuali prova comunque interessi romantici (etero, bi, omo e panromantic*).

Anche in questo caso è possibile distinguere tra attrazione romantica primaria (basata sulle informazioni immediatamente accessibili, come l’aspetto fisico) e secondaria (che può svilupparsi dopo aver stabilito un qualche rapporto). Tipicamente, le persone demiromantiche provano attrazione secondaria, ma non primaria.

La parola che traduce “provo attrazione romantica per X” è crush (che in italiano sarebbe cotta, ma non lo usa nessuno).

Attrazione sensuale

L’attrazione sensuale è il desiderio emotivo o fisico di scambiare atti sensuali con la persona (o le persone) verso la quale si prova questo interesse. Per atti sensuali si indicano baci, abbracci, coccole e tutta una serie di attività fisiche che danno piacere.

È molto facile confondere l’attrazione sensuale con quella sessuale, sopratutto per le persone allosessuali: la differenza sta nel fato che per *** asessuali la sensualità dà una sensazione di piacere tattile/fisica, non sessuale. Per dire, per molt* asessuali anche abbracciare il cuscino dà delle ottime sensazioni fisiche!

La parola per indicare l’attrazione sensuale è lush.

Attrazione estetica

L’attrazione estetica è collegata all’apprezzamento per l’aspetto di una persona, senza che questo comporti il desiderio di fare qualcosa (a livello sessuale o romantico) con lei.

A volte viene considerata un sottoinsieme dell’attrazione sensuale, visto che si tratta di trarre un piacere attraverso i sensi – più nello specifico, dalla vista.

La parola che indica l’attrazione estetica è swish.

E le persone aromantiche?

** aromantic* non provano attrazione romantica, ma possono comunque sviluppare un forte interesse per qualcun* o desiderare una relazione queerplatonica (cioè non romantica).

Nel caso in cui una persona aromantica desideri essere platonicamente vicina a un’altra o diventarne amica intima si parla di squish. Invece, se la persona aromantica vuole formare una relazione queerplatonica con qualcun* si parla di plush.

Confus*?

Spero non troppo e di essere stata chiara (altrimenti, chiedete pure nei commenti! ^^): capisco che tutto questo possa sembra astruso e oscuro la prima volta, ma posso assicurarvi che, facendoci un po’ mente locale, diventa più chiaro! ^^

A domani con un altro post! 🙂

Fonti: AVENita, AVEN, AroSpecAwarenessWeek, AVENwiki