Buon Natale, prodi seguaci!ūüéĄ

Per queste feste mi √® presa la voglia di rivedere Il flauto magico, film d’animazione del 1978, diretto da Giulio Gianini ed Emanuele Luzzati: una piccola meraviglia dell’animazione italiana che mi sembra tristemente dimenticata e che mi farebbe piacere veder tirata fuori dal dimenticatoio. Sono molto felice di dirvi, quindi, che, oltre a poterlo acquistare in DVD grazie a Gallucci Editore, potete trovarlo nel catalogo di Amazon Prime (ehm, ehm, di sgamo anche su YouTube, ma io non vi ho detto niente).

Come da titolo, Il flauto magico anima il libretto di Emanuel Schikaneder musicato da Mozart, opera alla quale Luzzati si era affezionato dopo aver realizzato la scenografia e i costumi per una sua versione del 1963. In seguito al film, usc√¨ anche un libriccino da bambin–∑ con la storia e le illustrazioni ispirate al film d’animazione (e immagino che reperirlo sia una vera e propria caccia al tesoro).

Questo Il flauto magico, infatti, √® pensato per un pubblico di bambin–∑, motivo per cui ogni episodio della storia √® introdotto da un Papageno in carne e ossa, interpretato da Marcello Bartoli, che racconta in maniera semplice e simpatica le vicende in modo che siano comprensibili a un pubblico giovane che non conosce l’opera e potrebbe essere confuso da quello che si ritrova a vedere (si tratta pur sempre di una storia piuttosto intricata).

A me sembra un film molto carino da vedere in famiglia per Natale, soprattutto se non siete nello spirito di vedere film tipicamente natalizi (o magari ne avete la nausea). Certo, non penso possa essere per tutti i gusti: stiamo pur sempre parlando di opera e immagino che divers–∑ bambin–∑ potrebbero rivolgervi espressioni del tipo Ma che davvero!? Che √® questa lagna? ma potrebbe anche darsi che rimangano affascinat–∑ da quest’animazione di altri tempi, che a momenti sembra quasi il disegno di un bambino che prende vita e a momenti sembra rifarsi a opere d’arte esistenti. Voi conoscete l–∑ vostr–∑ bambin–∑ e saprete se una cosa del genere potr√† piacerl–∑ oppure no.

La Regina della Notte

Immagino anche che la versione animata faccia onore alla ricca simbologia della storia, ma temo di non avere le competenze per una simile analisi. Io mi sono limitata a guardarla con meraviglia, come sempre: 46 minuti spesi bene.

Sarastro

Fatemi sapere se conoscevate già Il flauto magico in questa versione, oppure se vi ho incuriositз.

Passate una buona giornata e a presto!ūüéĀ