Buon mercoledì, prodi seguaci!➰

Oggi vi racconto di qualche serie tv e un anime che ho visto di recente, visto che con il caldo mi sono data al binge watching selvaggio.

Banana Fish (2018)

Banana Fish, che potete ammirare su Prime, è una meraviglia. Si parla di un giovane capo di una gang newyorkese con forti legami con la mafia, Ash Lynx, e un giovane giapponese assistente di un fotoreporter, Eiji Okumura: i due finiscono per incrociarsi durante le indagini sul Banana Fish, una misteriosa sostanza.

Preparatevi a versare fiumi di lacrime perché è uno degli anime più tristi che abbia mai visto e se siete sensibili a violenza sessuale (anche su minori), tortura e brutalità assortite, vi consiglio di girare alla larga. Pur non essendo particolarmente esplicito, Banana Fish non ci risparmia nulla delle conseguenze che un’esposizione massiccia a tanta violenza può avere in una persona così giovane, tanto che uscire da quella spirale diventa molto difficile.

Vi consiglio di dare un’occhiata alla prima opening che vi ho messo qua sopra per darvi un’idea di quanto sia anche visivamente bello questo anime. Non perdetevelo: è composto da una sola stagione di 24 episodi.

The Witcher (2019)

Forse ero rimasta una delle poche a dover vedere questa serie, che per il momento ha una sola stagione di otto episodi e che potete trovare su Netflix. Mi sono decisa a guardarla perché se aspettavo di leggere i libri avrei finito per fare come con Il Trono di Spade, senza leggere i libri e quindi senza vedere la serie.

Mah, a me non ha colpito più di tanto. Caruccia, per carità, a tratti divertente, capace di intrattenere e farci fare qualche wow davanti alle capacità di Geralt di Rivia con la spada, ma non sono qui a smaniare per la seconda stagione (che già sappiamo ci sarà).

Ci sono poi alcune cose proprio buttate lì – come il fatto che Yennefer nella puntata X si faccia squartare senza anestesia pur di diventare una maga, mentre nella puntata Y fa di tutto per riprendersi il prezzo pagato per la sua trasformazione senza che questo cambiamento abbia il minimo senso. Per non parlare della piccola famiglia disfunzionale che già vedo all’orizzonte…

Dark (2017)

Metto le mani avanti: sono qui per scrivervi che Dark mi ha fatto venire il latte alle ginocchia. Tre stagioni, ventisei episodi e un innumerevole numero di articoli e video che cercano di spiegare cosa avete visto: questa è Dark e potete trovarla su Netflix.

Dark non è una serie da vedere mentre ci sono temperature bollenti perché richiede una certa attenzione: si parla di viaggi nel tempo, loop temporali, paradossi e, quello che per me è stata la parte più difficile, un sacco di parentele capaci di mandare in confusione anche un Hobbit.

A me queste storie sembrano sempre inutilmente complicate e sottomesse a una simbologia che finisce per fagocitare qualunque cosa, in primis l’interesse per la sorte dei personaggi, che per me potevano crepare tutti e non avrei battuto ciglio.

Confesso di aver retto l’interesse fino ai primi episodi della terza stagione, poi che palle: invece di acquisire senso, la storia per me ne perdeva, con tutto quel sistemare le pedine affinché tutto andasse nella giusta direzione e avesse il giusto significato. E poi diciamocelo, alla fine non è che ‘sto significato fosse poi tanto sconvolgente da giustificare tutta ‘sta rottura di scatole.

The Umbrella Academy (2019)

Su The Umbrella Academy ho più o meno la stessa opinione che ho di The Witcher: ottima da vedere se si cerca intrattenimento allo stato puro (anche se, come serie corale, mi sembra che le storie di ogni personaggio siano raccontate molto meglio che in The Witcher, per il momento).

Per il momento sono uscite due stagioni, per un totale di venti episodi e due fini del mondo. Sono molto curiosa di vedere la terza stagione: mi sono affezionata a tutti i membri di questa famiglia altamente disfunzionale e sono curiosa di vedere cosa combineranno adesso.

Che ne pensate? Avete visto queste serie? O ne avete altre da consigliarmi? Fatemi sapere nei commenti, con il caldo estivo ci vogliono serie davanti alle quali poter vegetare in attesa di temperature migliori!😉

A presto!🍨