Buon venerdì, prodi seguaci!🔥

Visto che ancora non mi sono squagliata nonostante i quaranta gradi, oggi post leggero sugli ultimi libri che sono entrati a far parte della mia famiglia letteraria. Ci sono soprattutto saggi (ma va?), ma anche poesia e – sorprendentemente – fumetti: cominciamo con le presentazioni.

Iniziamo con La città e l’isola di Gianfranco Goretti e Tommaso Giartosio, che racconta la storia degli omosessuali mandati al confino durante il fascismo e di come questi fossero scherniti di giorno e cercati di notte, perché niente è più storia vecchia dell’ipocrisia dei supervirili maschi italici. È un libro di cui ho letto solo belle parole, quindi non vedo l’ora di leggerlo.

Genealogie queer di Federica Valentini l’ho preso promette di essere una buona introduzione in italiano sulle teorie queer. Si tratta di un testo nato dalla tesi di laurea magistrale di Valentini e, dopo averlo letto, spero proprio di dirvi che è un ottimo libro per farsi un’idea di cosa sono le teorie queer.

Voglio leggere Elementi di critica omosessuale di Mario Mieli da un sacco tempo, quindi sono felicissima che Feltrinelli abbia deciso di ristamparlo. Questa edizione contiene anche vari saggi di studiosə diversə riguardanti le tesi di Mieli.

Pentirsi di essere madri di Orna Donath è il tipo di libro che promette di abbattere un muro e vedere cosa c’è al di là e io adoro queste letture. Se ne è parlato molto appena è uscito e sono curiosa di leggerlo in prima persona.

Donne, razza e classe di Angela Davis è uno dei testi che ci hanno portato al femminismo che conosciamo oggi e sono felicissima che sia arrivato anche in Italia. Tra l’altro, Alegre, casa editrice del 2003 che io ho scoperto solo di recente, ha un catalogo di tutto rispetto, vi consiglio di farci un giretto.

Passiamo alla poesia con The Collected Poems di Audre Lorde, che ho comprato in inglese perché non sono a conoscenza di traduzioni in italiano di questa poetessa e volevo davvero, davvero tanto leggere le sue poesie. Tra l’altro, mi sono innamorata di questo librone che, anche se dalla mia foto si vedono più il mio lampadario, il mio telefono e le mie mani, ha una copertina viola scuro e una carta spessa che è incredibilmente piacevole al tatto.

Veniamo ai tre volumi di fumetti, tutte e tre dedicati a Jughead, il più popolare personaggio asessuale insieme a Todd di BoJack Horseman. Pensavo che non fossero arrivati in Italia e invece sono disponibili anche in italiano e pure grazie alla serie tv Riverdale che ha completamente cancellato l’asessualità di Jughead. Immagino sia il caso di scrivere che non tutto il male viene per nuocere…

Finiamo con L’uso dei piaceri di Michel Foucault, il secondo volume che mi mancava per completare la Storia della sessualità. Adesso non ho più scuse per rimandare la lettura, ma sono un po’ preoccupata, perché Foucault non è esattamente facilissimo da leggere…

E questi sono i miei ultimi acquisti: che ne pensate? Vi ho tentato con qualcosa? O avete già letto qualcosa? In tal caso, fatemi sapere a cosa sto andando incontro!😎

Buon fine settimana!🌵